Preparazione all’ottobre missionario

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Presso la parrocchia di Caselle sopra Genova si è riunita, il 29 maggio, la commissione missionaria regionale con il seguente ordine del giorno: Presentazione da parte del Vescovo presidente S.E. Mons. Vittorio Viola del documento intitolato “Modalità e strumenti per una presenza missionaria di Mons. Beschi” rivolto all’ultima Assemblea CEI (che troverete sotto allegato) Iniziative comuni per valorizzare il prossimo mese missionario straordinario di ottobre.

Il Vescovo Vittorio ha voluto sintetizzare alcuni passi salienti del documento di Mons. Beschi, incentrato sull’urgenza di una Pastorale unitaria in chiave missionaria per tutta la chiesa Italiana e sulla necessità di una nuova forma di azione missionaria secondo lo stile di Evangelii gaudium per diffondere la gioia del vangelo e portare ad una vera conversione.

La missione della chiesa infatti, non può che evangelizzare secondo il

comandamento del Risorto donato agli Apostoli. Dunque l’azione missionaria deve esprimere al meglio secondo il metodo della missione “ad gentes” la sua dimensione paradigmatica e cioè porre tutte le attività delle chiese particolari in chiave missionaria, valorizzando così la trasformazione delle strutture diocesane e parrocchiali.

In occasione del centenario della pubblicazione della lettera apostolica Maximum Illud di papa Benedetto XV, Papa Francesco ha indetto un mese missionario straordinario, ove la chiesa universale è chiamata a riflettere sul seguente tema: Battezzati e Inviati: la chiesa di Cristo in missione nel mondo, attraverso l’Eucarestia, la preghiera, la guida dei differenti Testimoni e la formazione teologica con i documenti magisteriali. Sono stati fissati tre momenti comuni da vivere in contemporanea con le altre diocesi liguri: Il primo ottobre memoria di Santa Teresina con una celebrazione di apertura, il sette ottobre, memoria della Beata Vergine del Rosario, con la recita del S. Rosario Missionario e infine la Veglia del giorno 20 di ottobre. Il programma dettagliato per vivere questi eventi insieme verrà presto pubblicato anche nella nostra diocesi.