Ci trattarono con gentilezza (Atti degli Apostoli 28, 2)

Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani 18-25 gennaio 2020

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Tra pochi giorni inizierà la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani: un tempo importante in cui ci viene offerto il dono di pregare, secondo l’intenzione che Gesù esprime in una preghiera accorata al Padre, nel momento drammatico che precede la sua passione dolorosa e la sua dipartita da questo mondo.

Quest’anno siamo invitati a pregare, riflettendo su un episodio biblico che vede come protagonista l’Apostolo Paolo: si tratta del racconto narrato nel libro degli Atti degli Apostoli, nel quale Paolo insieme a molte altre persone tra loro sconosciute, si trovano a bordo di un’imbarcazione in balia delle onde, non lontano dalle coste dell’isola di Malta.

Sono infatti proprio le Chiese cristiane di Malta e Gozo ad avere preparato il materiale per la preghiera di quest’anno. La riflessione proposta si articola intorno a due grandi temi: il primo è quello della fede nella Provvidenza divina, alla quale San Paolo si affida in un momento in cui le forze umane nulla possono contro la violenza del mare in tempesta.

La sua fede nel Dio misericordioso che ha a cuore la vita dei suoi figli, saprà ridare fiducia e speranza al resto dei suoi compagni di viaggio, poco prima sprofondati nella comune disperazione.

Il secondo tema che dà voce al titolo proposto quest’anno è quello dell’ospitalità, attraverso la quale l’amore di Dio si rende manifesto concretamente nei confronti di Paolo e degli altri viaggiatori, naufragati sulle coste dell’isola. Si riferisce infatti alla cordialità espressa dagli abitanti di Malta che soccorrono i naufraghi, accendendo per loro un fuoco sulla spiaggia e donando in tal modo non solo il calore della fiamma, ma anche quello di un’accoglienza benevola e gratuita, proprio perché offerta da persone sconosciute. La gentilezza ed il calore umano dimostrato dai maltesi verso gli sconosciuti naufraghi, permetterà di riunire persone diverse per provenienza e ruoli attorno ad unico fuoco dove le differenze tra soldati marinai e prigionieri della nave spariranno.

La Chiesa di Malta celebra ogni anno il dono dell’arrivo dell’apostolo Paolo sull’isola e con lui il dono della fede nel Dio vivo e misericordioso, grazie all’annuncio del vangelo di Gesù Cristo.

La sapiente Provvidenza di Dio ha trasformato un evento drammatico, quale è un naufragio in un dono di salvezza per la gente di Malta, che ha potuto così conoscere il Signore Gesù ed il suo amore per loro.

La nostra Diocesi vivrà questo evento ecumenico nelle seguenti iniziative:

Apertura della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani: celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Guglielmo Borghetti, sabato 18 gennaio alle ore 18.00, nella Parrocchia Santuario Nostra Signora Assunta, ai Piani di Imperia.

Chiusura della Settimana di preghiera: celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Eccellenza Mons. Guglielmo Borghetti sabato 25 gennaio alle ore 18.00 nella Cattedrale di Albenga.

Le comunità parrocchiali potranno avvalersi dell’opuscolo, appositamente preparato, per la preghiera nei diversi giorni dell’ottavario, scaricabile da questa pagina in formato pdf.